www.glitter-disco.it


Vai ai contenuti

Chi siamo



la copertina del nostro nuovo singolo:

""con la disco, me ne infischio""

SAMBA (voce)
Correva l'anno 1972. Nacqui cantando, crebbi cantando e vivrò cantando: questo è il mio destino.
Fin dalla tenera età giocavo al Musichiere con mio fratello, cercando di indovinare il titolo del pezzo (naturalmente Disco Dance…) cantando a denti stretti, ma non mi bastava…
Passai all'acustica del bagno: la domenica era giorno di doccia e a squarcia gola cantavo a più non posso; ai miei vicini bastava, a me NO…!
Il rugby mi catturò accompagnandomi per ben 19 anni nei campi e negli spogliatoi di tutta Italia approfittando delle grandi docce comuni come eccellenti "sala prove": ed è qui che cambiò la mia vita…Venni infatti notato da alcuni compagni, abili musicisti del tempo, che proprio in quel periodo stavano creando la Boy Band che cambiò lo stile di vita della "Treviso bene" di allora; leggero ritocco di chirurgia plastica, breve provino e…. presto fatto, salii sul quel "treno del successo" che mi condusse fino ad oggi….
La mania per la Disco Dance e il ballo scatenato entrò nel mio DNA e mi seguì nei migliori locali notturni portandomi ad uno stato di totale devozione nei confronti di questo genere musicale; e così fu. In seguito sbocciò la collaborazione con questi splendidi musicisti professionisti che decisero di affidare nelle mie mani le loro eccelse capacità musicali per interpretarle nel miglior modo possibile affinché chiunque, seguendo il nostro DISCO '70 SHOW, possa provare forti sensazioni, tali da poter cambiare in alcuni casi la visione della propria vita.


ANTONELLA (voce)

Deve i suoi natali alla città del sole e delle arance. E a quella triangolare isola nel ridente mediterraneo deve la giocosità e la gioia che da bambina la spingono a intonare col fratellino canzoni dietro un piccolo hi-fi rosso. Le sigle dello zecchino d'oro non hanno più segreti per lei, riprodotte da quei piccoli datati vinili. Mamma e papà si stupiscono di come possa ricordare a menadito tutte le parole delle canzoni in inglese, che peraltro non conosce. Crescendo, il teatro e la musica continuano ad essere le migliori amiche, le più grandi passioni: liceale plurimedagliata allo spettacolo finale, capisce che questo non le basta.
Ma il destino le prepara un cambiamento che la porterà ad incontrare i mentori ed i colleghi di oggi. Dalla Sicilia al Veneto, dove l'amore per lo spettacolo la portano a proseguire gli studi teatrali e a cimentarsi con il musical, la danza e la danza del ventre. Ma la musica resta sempre il più grande amore, e perfeziona la tecnica canora con Elena Camerin, Francesca Bertazzo, Angela Milanese, e tutti i corsi e seminari ai quali può accedere, intraprendendo anche varie collaborazioni musicali. Peregrinando fra i vari generi, si conserva intatto in lei il fascino di luce e lustrini, i bagliori della scena e quella magica energia che scalda gli animi e li porta a divertirsi sulle piste da ballo: ecco che il mistico incontro con i Glitter Disco provvidenzialmente le offre l'opportunità di far scatenare le folle, tutti travolti dalla disco music. Viva la musica, e che la danza ci liberi e sconquassi!


NICOLA (chitarra)
Nato nella nordica Udine si trasferì a Treviso da piccolo e già da allora cominciò ad ammirare i musicisti importanti, finchè un giorno si decise: da grande avrebbe dovuto sapere suonare uno strumento. La scelta ricadde sulla chitarra che lo accompagnò dagli anni delle scuole medie fino ad ora in un crescendo esponenziale di passione e sonorità. Vari idoli lo influenzarono e così, attraversando varie fasi e cercando di emulare ora l'Angus degli ACDC, ora il Mark dei Dire Straits, si formò spaziando un po' in tutti i generi ma non dimenticando mai la sua anima rock. Raggiunta la maggiore età capì che c'era la necessità di un cambiamento e il cambiamento arrivò. Da quel momento ebbe una compagna d'eccezione, una presenza inconfondibile, la sua mitica e fidata Stratocaster che trattò sempre anche meglio di se stesso. Con il crescere dell'età crebbe anche la passione per il divertimento e le discoteche finchè non arrivarono i Disco Glitter, che lo acchiapparono e lo strapparono alle piste da ballo per metterlo al loro servizio e rispedirlo nei 70's. Ma la sua personalità non venne cancellata del tutto ed è tutt'ora vittima di una trasformazione: indossati gli occhiali scuri, allacciato il fifì ed imbracciata la sua Strato, diventa The Sex Machine Guy ed assieme ad i suoi compagni di palco dispensa il suo charme alle folle. Quando ritorna il Clark Kent di sempre non smette mai di curare la sua crescita musicale e la sua strumentazione e ritorna il musicista pacato di sempre, che d'inverno si scalda al tepore delle valvole del suo amplificatore.


JERRY "Jay" (basso)

South-America, nato a 5000 metri all'interno di una casetta di paglia e fango bruciata da un sole che non risparmia nessuno!!! Adottato da 2 genitori favolosi a cui devo tutto e di più, compresa la mia forte "passion & love for the music" e il basso elettrico.
Iniziai all'età di 5 anni con la mia buona chitarrina Bontempi, regalatami dagli zii…...ma ben presto mi trovo di fronte alla svolta: si rompono le due corde finali della chitarra e dopo vari tentativi di sostituzione grazie anche all'aiuto di mio fratello, comiciai a suonarla cosi, solo con le 4 corde!!!
Ascoltavo vinili a tutto volume all'età di 6 anni insieme a mio padre, dai Beatles ai Rolling Stones, dai Red Hot Chili Peppers a Lucio battisti…. In seguito arrivò anche la passione per la break dance e il ballo hip hop, e cosi entrai in "intimo" contatto con la black music!
Dall'età di circa 9 anni iniziai a prendere lezioni di basso elettrico prima da Angelo Liziero e in seguito con Stefano Andreatta, e già all'età di 12 anni iniziai un esperienza indimenticabile con la mia prima band CrossOver , composta da miei coetanei.
Iniziai a sviluppare ulteriori abilità musicali con il basso elettrico grazie all'ascolto di grandi leggende del basso e non, come: Marcus Miller, Jaco Pastorius, Stevie Wonder, Herbie Hancok, Jeff Berlin…succesivamente Stuart Zender, Nick Fyffe, Paul Turner.
Mi resi conto che il basso poteva far muovere la gente, farla ballare, con il ritmo che scandiva insieme alla batteria: mi era stata donata una grande opportunità tra le mani ed io dovevo diffonderla!
Allora mi appassionai sempre più alla Disco Music ed al Funky, fino ad arrivare ai giorni d'oggi incoronando il mio sogno: suonare con i "GLITTER DISCO" !!!





ENRICO (tastiere)
Sono nato nel secolo scorso in un sobborgo della metropoli trevigiana, Dosson D.C. (che non è District of Columbia, ma "Di Casier"), e sin dai primi giorni di vita notai nella càneva di papà Guido una storica Bontempi bianca, inconsapevole che mi avrebbe accompagnato per un buon scorcio della mia infanzia.
Mi formo accademicamente nella taverna di casa, ascoltando brani classici tratti dalla colonne sonore di Bim Bum Bam. Quando mi rendo conto che essere autodidatta comporta comunque dei limiti, iniziai a frequentare corsi di pianoforte e di teoria e solfeggio. Nel 2005 ottengo il diploma in Teoria e Solfeggio al Conservatorio di Trieste, sbaragliando una concorrenza agguerritissima e una commissione non propriamente serena. A tutt'oggi le lezioni di piano proseguono senza sosta, con particolare attenzione ai colori jazz. Attualmente collabora con varie band di giovani e meno giovani, spaziando dai New Trolls ad Alicia Keys, da Al Bano a Burt Bacharach, comunque SEMPRE SUL PEZZO!



SAMBINO (batteria)
Nato il primo febbraio del 1978, giorno del debutto nelle sale cinematografiche di "The saturday night feever", già da subito capii il mio destino di grosso grasso batterista della 70's disco visto che già in culla non stavo mai fermo con i miei 5 arti...2 braccia...2 gambe...e...
All'età di 10 inizia ad usare la batteria di pentole di mia madre, con la quale facevo succulenti pranzi e cene. Un bel giorno accidentalmente con un mestolo picchiai contro un coperchio di acciaio inox, e udii un meraviglioso suono... Ne feci la mia passione. Ho studiato per 2 anni alla carlona nello scantinato di mia nonna sorda, ma aimè babbo Natale le porto l'amplifon e con lui arrivò lo sfratto immediato... Così i mie genitori, come sempre comprensivi mi dissero: trovati un cazzo d'insegnante e impara a suonare... Seguii il loro consiglio. Il mio primo maestro fu il grande Sergio Mari Casoni (onore alla sua Pazienza), primo batterista dei Ricchi E Poveri , poi ci fu Accio Ghedin batterista dei mitici ESTRA, e infine il fantasmagorico Andrea De Marchi...
Loro l'impegno ce l'hanno messo tutto, ma i risultati son quelli che sono...
Ma dopo ben 16 di puro sbatoccio, a volte anche a tempo, son fiero d'essere il grosso grasso batterista dei Samba & The Glitter Disco!!!!


MIRIAM "The Big Mama" (cori)
Sono nata alla fine degli anni '70, e più precisamente nel Febbraio '78, l'anno che incoronò sua Maestà la Regina della Disco Music: Gloria Gaynor! ..Ebbene Si ragazzi, sono nata nell'anno di "I will survive"!!!
Simpatica e pacioccona fin da bimba, mi dilettavo con i mestoli della cucina trasformandoli in microfoni, mentre mia mamma ai fornelli mi diceva: "ma l'atu finida?!". Il momento più bello però, avveniva nei sabati pomeriggio, quando si andava in Tour, alternando il luogo del Concerto di settimana in settimana: una volta sotto la doccia, l'altra in vasca da bagno ben colma di schiuma! Da quel momento in poi, solo Zecchino d'oro, SanRemo, coro Parrocchiale, Matrimoni, Comunioni e Sagre paesane riunite… fino al mio amatissimo FestivalBar, che mi ha plasmato ufficialmente come vera figlia degli anni '80! Arrivata alla maggiore età, qualcosa cambiò, perché la pura passione si trasformò in dedizione e studio del Canto, iniziai a frequentare degli istituti musicali ad indirizzo moderno in veneto e successivamente scelsi di approfondire la materia frequentando un corso triennale presso il "C.P.M." di Milano. Nell'arco di tutta la mia vita ho cantato i più svariati generi musicali: Rock, Pop, Blues, Ska, Reggae, Latin, Gospel e Jazz.. Ma ho sempre avvertito che c'era qualcosa che mancava, e non era certamente il Lisco! Così alla fine del 2011, "Sambino" disperato in cerca di coriste viene da me e mi dice: "Ciao Miriam, avresti delle coriste da mandarmi per dei provini?!" - poi mi guarda per bene ed esclama: "No no.. scusa, tu sei la Nostra nuova corista Big Mama!!"
E da lì…


FRANCESCA "The Big Mama" (cori)
Nata a nel 1988 e già dai primi giorni di vita feci capire a mamma e papà le principali passioni che avrebbero accompagnato la mia crescita. Instancabile cantante e ballerina passavo gli anni dell'infanzia ad annoiare (con molta probabilità) le mie amichette con estenuanti pomeriggi di coreografie inventate e canzoni di Mariah Carey, Celine Dion, Whitney Houston intonate a squarciagola. Sempre in prima fila nel coro della chiesa e nella mia povera camera non insonorizzata la mia vita continuava nell'adolescenza tra note e seconde voci. Come riuscivo a ricordare così bene i testi delle canzoni in inglese e beccare spesso e volentieri le giuste armonie? Finalmente, quasi verso la maggiore età ahimè, capii che da autodidatta avrei fatto poco e non avrei sicuramente approfondito queste piccole doti; così iniziai tre lunghi ed appassionanti anni di corsi di canto, saggi e concorsi con una maestra d'eccezione (la nostra Big Mama Miriam!) che da subito ammirò in me quelle buone qualità. Ne caveremo fuori qualcosa da questa ragazza all'inizio un po' insicura ed impaurita? Siamo arrivati dunque alla prova del nove! L'incontro con i super fratelli Samba e gli altri mitici Glitter Disco mi ha cambiato la vita, eccomi qui pronta a divertire tutti voi con favolosi cori in perfetto 70's style e tanta tanta grinta!!!


Torna ai contenuti | Torna al menu